..
..
..

Il Circolo di cultura di Bellinzona (CCB) fu fondato nel 1929 come associazione denominata "Circolo di coltura Bellinzona" con le motivazioni formulate nell'art. 1 dello Statuto con il seguente testo:

"Si costituisce, in Bellinzona e regioni circonvicine, un'Associazione denominata: Circolo di coltura Bellinzona. Essa ha per iscopo di unire, coordinare, rendere più vive ed efficaci, al disopra di ogni competizione e tendenza politica, 
le singole forze che mirano a promuovere e a diffondere la coltura nelle varie sue forme; con riguardo particolare alla nostra coltura italiana."


Ora molte cose sono cambiate. I media non sono più soltanto quelli scritti e parlati del 1929: oggi siamo sempre di più avvolti nella grande rete tessuta a livello planetario da Internet.

La difesa e la diffusione della cultura, oggi come allora, è uno dei compiti più importanti assegnati a qualsiasi società che si vuole civile, perché la cultura, anche quella promossa dalla nostra Associazione, è pur sempre sinonimo di civiltà e libertà.

Non possiamo certo aspirare a proporre eventi culturali o manifestazioni prestigiose che richiamano il grande pubblico, mancandoci le capacità organizzative e finanziare necessarie. 
I nostri obiettivi sono ben più modesti ma non per questo meno preziosi che raggiungiamo, per esempio, con l'organizzazione di visite guidate a mostre d'arte o concerti di buon livello di solisti o piccoli gruppi musicali e repertori non convenzionali.

È con questo spirito che la nostra Associazione continua puntualmente la sua attività fintanto che potrà contare sulla partecipazione e sul contributo finanziario dei propri Soci.